Dji inspire 1 v2.0

1

DJI Inspire 1 Pro Zenmuse

Il prodotto di punta della DJI era sicuramente il “ready to fly” Inspire 1,  quadricottero professionale destinato alle riprese aeree presentato a fine 2014. Sin dalla sua presentazione vantava di una serie di primati da parte della DJI tra cui un sistema sonar di localizzazione-posizionamento, videocamera a 4 K; sarà anche possibile avere la modalità di doppio telecomando con segnali HD oltre alla comodissima funzione che permette di sollevare i braccetti in carbonio per spostarli lontano dal campo di ripresa della videocamera di bordo. L’Inspire 1 era considerato fino a poco tempo fa il miglior drone ready-to-fly in commercio, ma tutto ciò è cambiato con l’annuncio di questo Inspire 1 Pro, drone PROFESSIONALE che promette davvero meraviglie.

L’Inspire 1 Pro è un aggiornamento tecnologico e funzionale del preesistente Inspire 1. L’upgrade hardware del quadricottero modifica il gimbal (giunto cardanico della videocamera) e la camera, che vengono sostituiti con la nuovissima Zenmuse X5. Ricordiamo che se fossimo possessori dell’Inspire 1 cioè la vecchia versione equipaggiata con la Zenmuse X3 potremmo comunque aggiornare il drone con la nuova Zenmuse X5, basterà infatti acquistare la nuova camera e montarla, operazione davvero semplice.

La casa cinese ci ha abituati a droni ed accessori di alto livello e il nuovo Inspire non fa eccezioni; il drone viene fornito con un case esterno rigido che si rivela utilissimo nelle situazioni in cui si deve portare in giro il proprio drone, e ripara in maniera perfetta il drone da eventuali danni indesiderati. Il  case si apre e si chiude con un paio di chiusure lampo, proprio come una classica valigia. All’interno si trova la schiuma sagomata che si adatta perfettamente ai contorni dell’’Inspire 1, ed ha moltissimi slot per addirittura 6 batterie. Ci sono degli spazi per posizionare due trasmettitori, 4 eliche e un set di ricambio per le medesime.

L’Inspire 1 è realizzato in robustissima plastica  e alluminio ed è equipaggiato con sofisticati bracci in fibra di carbonio, Ci sono due tubi principali uniti alla fusoliera insieme a due bracci secondari sotto di essi e assieme, sono designati a ruotare l’intero sistema di bracci su o giù per le  modalità di volo, atterraggio, e stazionamento. Un kit dedicato viene utilizzato  per alzare e abbassare i bracci, proprio come i sistemi di retrazione carrello sugli aerei r/c.

Una singola batteria è inclusa con l’Inspire 1 ed è la TB47. La TB47 è una Lipo 6s da 4700mAh.

DJI, in tutta la gamma Inspire ha equipaggiato i droni con un sonar chiamato “Vision Positioning System“. In pratica, permette in sicurezza decollo e atterraggio automatici come del resto lo stazionamento in aria.

Il sistema di posizionamento viene attivato all’accensione del drone e nessuna azione aggiuntiva è necessaria per utilizzarlo.

L’Inspire 1 Pro viene venduto con un singolo trasmettitore (C-1). Questa ottima unità dispone di un downlink integrato DJI Lightbridge HD per una riproduzione  realtime molto fluida e precisa su smartphone, tablet e altri sistemi FPV. All’interno del controller è presente una batteria Lipo (non rimovibile) da 6000mAh 2s;   un misuratore di percentuale batteria a 4 LED sulla parte frontale del telecomando informa costantemente il pilota sulla durata residua della batteria del trasmettitore.

Dji inspire_con ragazza in bikini in spiaggia

Il C1 lavora su queste frequenze:

  • 7~927.7 MHz (Solo in Giappone)
  • 725~5.825 GHz
  • 400~2.483 GHz

Il “piatto forte” del nuovo Inspire Pro DJI è il gimbal+fotocamera Zenmuse X5.) da 16 MP e può registrare in 4K a 30 fps.

Lente MFT millimetri F1.7 ASPH di DJI creata appositamente per la X5: la Panasonic Lumix 15mm G Leica DG Summilux f1.7 ASPH len, Olympus M.Zuiko Digital ED 12mm f2.0 e M.Zuiko 17mm f1.8.

Il supporto delle lenti è limitato per mantenere stabile la fotocamera durante il volo, il nuovo gimbal a 3 assi legge infatti il profilo dell’obiettivo e utilizza le informazioni per regolare istantaneamente i motori per il peso e il centro di gravità cioè per mantenere un ottimo equilibrio.. Le videoregistrazioni realizzate a 4K della X5 sono caratterizzate da un “bitrate” a 60Mbps.

Il sensore presente sulla  Zenmuse X5 offre 13 stop di gamma dinamica e la possibilità di scattare in ISO 100-25600.

Come abbiamo già scritto, il DJL Inspire 1 è un drone professionale e le sue prestazioni in volo lo sono di conseguenza;  stabilissimo e di altissima manovrabilità.

Le sue caratteristiche principali sono:

  • Capacità di mantenere la posizione (con un adeguato segnale GPS): 0.5 metri in verticale e 2.5 metri in orizzontale
  • Massima velocità in ascesa: 5 m/s (circa 18 km/h)
  • Massima velocità in discesa: 4 m/s (circa 14.4 km/h)
  • Massima velocità: 22 m/s (circa 79 km/h). La velocità massima è disponibile in modalità ATTI, cioè senza che il drone mantenga la posizione grazie al GPS. Una delle maggiori differenze tra GPS e ATTI è che in quest’ultima il drone non contrasta la quantità di moto, cioè continuerà a muoversi nella direzione di moto per un certo lasso di tempo anche se riportiamo lo stick del controller al centro ma non è una modalità per principianti.
  • Resistenza al vento: 10 m/s (circa 36 km/h)
  • Tempo di volo: circa 18 minuti (per confronto, il Phantom 2 Vision Plus ha 25 minuti secondo i testi, con 16-18 sul campo prima di farlo atterrare in sicurezza)
  • Dimensioni: 438 x 451 x 301 mm (le dimensioni del Phantom 2: 371 x 211 x 335 mm)

COME SCEGLIERE UN DRONE

 

 

Saremo felici di avere le tue opinioni

Lascia un commento