0

Syma X8G

Se trepidiamo dal desiderio di acquistare e pilotare un drone ma al contempo siamo anche un poco intimoriti perché abbiamo zero esperienza, beh è bene sapere che oggi prima di tutto non è affatto necessario sborsare cifre attorno ai 4-500 Euro e nemmeno scervellarsi per apprendere le tecniche di pilotaggio poiché esistono ormai diverse macchine molto economiche ma con buone prestazioni, unite a facilità di pilotaggio.

Proprio con queste caratteristiche troviamo Syma X8G, un quadricottero “entry-level” che, a differenza dei modelli della Serie X5 della stessa casa, introduce delle grandi novità; la più rimarchevole delle quali è senza dubbio la videocamera action-cam full hd a sviluppo e tecnologia PROPRIETARIA e di buona qualità; questo, su un drone di questa fascia di prezzo, non è davvero poco!!

Inutile negarlo poiché se ne accorgerebbe persino un bradipo ubriaco: Il Syma X8G è MOLTO simile, sia nelle dimensioni che nel design esterno al notissimo Phantom della DJI anche se è ovviamente costruito ed assemblato con plastiche un bel po’ più economiche e “leggerine” che però non sono malaccio.

Con la videocamera installata supera i 300 gr ricadendo quindi nella normativa ENAC e perciò sarà necessario il patentino per poterlo pilotare nei luoghi pubblici. Circa le sue dimensioni, con eliche e paraeliche installati, misura 50 x 50 x 19 cm.

Nella confezione con la quale questo Syma viene venduto, oltre al drone sono presenti: un set di eliche di ricambio, la videocamera proprietaria, un cavo di connessione micro USB (jack 3,5mm), il carica batterie, una batteria da 2.000 mAh ai polimeri di litio, i paraeliche, le loro viti di fissaggio, ed un lettore di scheda micro SD.

L’action cam da 8 MP integra uno slot con micro SD da 4 GB in bundle, e consente di realizzare foto JPG, e video a 720p a 60 fps e 1080p a 30 fps. La camera non è stabilizzata digitalmente e ne meccanicamente ma presenta comunque un classico fissaggio al telaio del drone compatibile con quello utilizzato dalle custodie esterne delle GoPRo. Nella confezione sono dunque presenti quattro eliche a due pale, quattro piedini di supporto e quattro protezioni per le eliche utilissime per i principianti.

Il tutto è di facile montaggio ma occorre prestare un minimo di attenzione a montare le eliche sui braccetti giusti (e lo si farà seguendo le lettere scritte su di esse). Grazie a questa componentistica, economica ma non fragile, è altamente improbabile che con una media caduta si rompa il corpo del drone. Per questo drone potrete trovare sul mercato anche delle eliche a tre pale: queste vi faranno guadagnare circa 2 minuti di volo ma noi di Genial Drone le sconsigliamo per le riprese in quanto sono certamente più efficienti ma causano anche più vibrazioni.

Il radiocomando, operante a 2 a 2.4 gHz, risulta funzionale anche se con un aspetto alquanto “giocattoloso” che a noi proprio non piace anche se ammettiamo sia molto completo nelle caratteristiche funzionali. Su di esso troviamo infatti i trim per correggere la stabilità in volo del drone, il selettore per scattare foto o passare alla modalità di ripresa video, lo switch per attivare la modalità “Headless” ed il pulsante per eseguire flip in automatico.

Syma-X8G-Quadcopter_foto del drone frontale

Quelle che mancano sono alcune modalità automatiche, prima fra tutte il “return to home” (ritorno automatico), la cui mancanza è piuttosto grave in un drone moderno: è necessario pilotare con cautela per evitare che il nostro insettone meccanico ci “voli via” una volta uscito dalla portata del radiocomando. Non è presente nemmeno la funzione “follow me”, ma in questa fascia di prezzo è del tutto normale poiché francamente questi (utili) dispositivi avrebbero sensibilmente innalzato il prezzo.

Questo drone però non prevede né la possibilità di essere pilotato tramite dispositivi mobili (smartphone o tablet), né di trasmettere in tempo reale le immagini registrate dalla camera di bordo anche se un escamotage lo si trova sostituendo la videocamera come vedremo fra un pò nella recensione.

Parlando della portata utile, è possibile controllarlo sino a circa 100 metri ed al pari dei modelli più costosi, (ottimo!!!) integra un giroscopio a 6 assi in grado di migliorare notevolmente la stabilità durante il volo. Per aumentare considerevolmente la visibilità della macchina, sono presenti 4 led nella parte inferiore dei bracci, i quali servono anche per indicare “l’armamento” dei rotori nelle fasi d’avvio. Infine, da sottolineare la presenza del pulsante “on-off” sul corpo del drone, utile per non attivare l’alimentazione della macchina al solo inserimento della batteria di bordo nel suo slot.

ACCESSORI:

VOLO E VIDEOCAMERA

Come abbiamo già detto, la presenza del giroscopio a 6 assi rende certamente più semplice l’approccio al pilotaggio da parte dei novizi; grazie al giroscopio, il nostro Syma X8G si dimostra molto stabile anche se è presente vento abbastanza sostenuto.

Però, in questo settore, la principale caratteristica negativa è la compensazione delle raffiche di vento poiché in parecchi casi tendono a rallentare notevolissimamente il drone se si cerca di farlo procedere controvento; ciò è dovuto principalmente alla sua struttura ed al peso abbastanza leggero e che creano un “effetto vela”, un fenomeno che però si attenua non montando i paraeliche.

Comunque, con vento assente o brezze leggere, il comportamento del nostro insettone volante cambia enormemente ed in positivo; potremo così non solo farlo volare in tranquillità ma anche azzardarci in qualche “flip” senza paura di perderlo di vista o di perderne il controllo.

La batteria da 2.000 mAh non ha certo grandi capacità di amperaggio e perciò consente di volare per massimo 10- 12 minuti senza la videocamera montata o massimo 9 – 10 minuti con la modalità video attivata. Per ovviare, almeno in parte, al problema dell’autonomia, noi di Genial Drone consigliamo di acquistare a parte delle batterie aggiuntive poichè se ne trovano senz’altro dalla capacità leggermente superiore, di 2500 mAh I cui tempi di ricarica completa sono però piuttosto lunghi, (circa tre ore).

Comunque, l’autonomia non proprio da urlo è causata dalla alimentazione della videocamera di bordo che non ha una sua fonte autonoma di energia ma volendo, grazie all’attacco compatibile con i sistemi GoPro, è possibile sostituirla con una “action cam” (GoPro o di altra marca), di peso il più possibile simile a quella in dotazione.  Sostituendo la fotocamera con una con alimentazione autonoma ci farà guadagnare qualche minuto di autonomia e (a seconda del modello scelto), controllare e vedere le riprese in tempo reale dal proprio smartphone o tablet.

Sulla camera è presente un led che lampeggia durante lo scatto di una foto mentre passerà dal colore verde al rosso se attiveremo la registrazione. L’attivazione avviene da telecomando ma ovviamente per questa fascia di prezzo non è possibile controllare la camera in modo indipendente dal drone, funziona solo con il Syma X8G e ci saremmo parecchio stupiti del contrario poiché con questi prezzi è impossibile far di meglio. La qualità di foto e video non possiamo certo definirla eccezionale ma è comunque buona e decisamente migliore rispetto ai modelli della serie precedente X5.


PRO:

  • Drone di ottimo compromesso fra prezzo e prestazioni.
  • Buona manovrabilità.
  • Ottima estetica.
  • Buona videocamera di bordo.
  • Ben costruito.
  • Radiocomando e sue funzioni, economico ma completo.
  • Presenza del giroscopio 6 assi.
  • Videocamera facilmente sostituibile.
  • Prezzo.

CONT:

  • Assenza del “return to home”.
  • Modalità “headless” poco efficiente.
  • Difficoltà nel compensare (e quindi video “mossi”) in presenza di vento.
  • Autonomia poco estesa.
  • Con la cam di serie non è possibile trasmettere le foto o le riprese effettuate.
  • No GPS.

CONCLUSIONI DI GENIAL DRONE:

Syma X8G è secondo noi davvero un buon compromesso se rapportato al suo ottimo prezzo ed è evidente lo sforzo da parte del costruttore nel realizzare un drone quadricottero “entry-level” completo, di buona manovrabilità e pure in grado di realizzare foto o riprese aeree di media qualità. Come confermato dal nostro test, il funzionamento in volo è molto buono, con questa macchina è possibile imparare a pilotare un quadrirotore, valutando proficuamente se l’interesse possa valere la spesa verso un successiovo modello più performante.

La batteria in dotazione offre prestazioni nella media per questa categoria, perciò il nostro consiglio è sempre quello di acquistare un delle batterie ausiliarie, per aumentarne drasticamente l’autonomia. La modalità di volo “headless” però non ci è sembrata davvero molto accurata ma si tratta di un problema molto comune a droni di questo prezzo e genere, cioè sprovvisti di GPS.

Infine ricordiamo la buona capacità del Syma X8G di resistere al vento, anche non leggerissimo che grazie al giroscopio di bordo risulta appunto buona per quanto riguarda la stabilità ma molto meno efficace nel riuscire a compensare il movimento e gli scuotimenti anche se è una cosa più negativa per le riprese video che per il pilotaggio in sé del drone.

Nonostante questi difetti, il nostro giudizio sul Syma X8G è decisamente BUONO poichè pendono a suo favore sia la completezza di molte funzionalità che le buone caratteristiche di volo. Per Genial Drone è difficile trovare un drone quadricottero completo di action cam 1080p e con queste buone caratteristiche a poco più di 100 €!!!

A nostro parere, quindi, se volete entrare nel mondo dei droni per riprese aeree con discrete prestazioni, il Syma X8G fa sicuramente per voi essendo un ottimo compromesso tra le macchine “entry-level” attualmente in commercio quindi quasi tutti gli aspetti CONTRO sono da ridimensionare alquanto poiché il prezzo di acquisto di questo buon drone è davvero basso e alla portata di tutti.

COME SCEGLIERE UN DRONE

 

Saremo felici di avere le tue opinioni

Lascia un commento